Materiali per Cucine

Naturale come marmo e legno o indistruttibile come gres e acciaio? Meglio lo stile o la funzionalità? La scelta giusta in cucina fa sicuramente la differenza!

NELL'ARTICOLO:

Progettare una cucina è davvero un lavoro che richiede molta attenzione non solo nella configurazione, ma anche nei materiali da usare per ciascuna delle sue parti. Ci sono da tener presente molti aspetti: lo stile, la praticità, la bellezza estetica, l’organizzazione degli spazi… Ogni elemento della cucina ha la sua funzione e bisogna valutare con cura il materiale più adatto al suo scopo.

Sostanzialmente le parti che compongono la cucina sono 3: il piano di lavoro, le ante dei mobili e il paraschizzi, ossia la parte di muro a cui solitamente si appoggia il piano di lavoro.

A differenza del passato dove i materiali a disposizione erano per lo più naturali o laminati, oggi, grazie agli sviluppi delle ultime ricerche nel settore, la scelta tra varie soluzioni innovative e resistenti, è molto più ampia.

Design Cucina Bianca Moderna Marmo - ICM

Piano di Lavoro e TOP

Si può dire che il top, o piano di lavoro, sia l’elemento di maggiore importanza in cucina, per cui la scelta deve essere ben ponderata, poiché decidere di un materiale piuttosto che un altro può cambiare completamente tutta la cucina.

 

Il primo fattore da tenere in considerazione è il proprio modo di stare in cucina. Certamente il gusto e il design sono importanti, ma è solo in base all’uso che effettivamente poi si farà della cucina che è possibile capire quale materiale ha le caratteristiche più idonee al vostro stile di vita.  

Vediamo allora quali sono i migliori materiali disponibili per top e piani di lavoro: 

Acciaio

L’acciaio inox è uno dei materiale più igienici, performanti e resistenti agli urti in circolazione. Non a caso, infatti è il più utilizzato nelle grandi cucine dei ristoranti e industriali. Nelle cucine casalinghe questo materiale è particolarmente adatto quando si sceglie uno stile moderno e minimal perché permette di integrare lavelli e piani cottura ottenendo così un unico top saldato liscio senza giunti visibili. D’altro canto, però, l’acciaio necessita di una manutenzione particolare e accurata. I piani in acciaio sono sensibili ai graffi, alle impronte e agli aloni, pertanto necessitano di prodotti per la pulizia specifici soprattutto se lucido. Per ovviare un po’ a questo svantaggio, si può pensare di scegliere una finitura spazzolata e opaca.

 

progettazione cucine como

Pietre Sinterizzate

Al momento le pietre sinterizzate sono il miglior materiale per i piani di lavoro esistente sul mercato con grandi prestazioni anche estetiche. Si ottiene dalla lavorazione di materiali naturali inerti, spesso di riciclo, che vengono pressati e poi cotti a temperature elevate, trasformandosi così in una massa molto compatta, duratura e super resistente. Durante il processo non vengono utilizzate colle o resine sintetiche, pertanto, il risultato è assolutamente sostenibile e atossico, perfetto per il contatto diretto con gli alimenti! Fanno parte di questa categoria il Dekton, il Lapitec e il Neolith. La differenza sta nei materiali naturali usati per la produzione e nelle colorazioni finali che si possono ottenere, come ad esempio l’effetto marmo. Le pietre sinterizzate sono estremamente resistenti agli shock termici, all’umidità e alle abrasioni. Non essendo porose, sono anche inattaccabili dai germi e dagli acidi, rendendo così facile anche la pulizia quotidiana. Un altro vantaggio di questi innovativi materiali è la possibilità di integrare il lavello, per una continuità di stile e design impareggiabile.

Gres e Ceramica

Sono materiali che negli ultimi anni sono entrati nelle nostre case già come pavimenti e rivestimenti e che ora, grazie alla loro versatilità, sono molto apprezzati anche per i top in cucina. Igienico e impermeabile, il gres è molto resistente agli urti e alle macchie. Il gres, inoltre, ha la possibilità di declinarsi in svariatissimi effetti e colorazioni, caratteristica molto apprezzata da chi cerca la massima personalizzazione della propria cucina. Anche con questo materiale sarà possibile integrare il lavello, ma in questo caso bisognerà fare attenzione agli spigoli che sono i punti più sensibili agli urti.

Derivati del Quarzo

I più famosi di questa categoria sono l’Okite e il Silestone.

 Questi materiali sono miscele composte dal più del 90% di quarzo, il che li rende particolarmente resistenti a urti e batteri, non porosi e facili da pulire. Il pregio di questi materiali è così evidente che vengono normalmente garantiti per 25 anni. 

Come gli altri materiali innovativi, anche i derivati del quarzo permettono la personalizzazione del piano di lavoro sia nella texture che nei colori.

Marmo, Granito e altre Pietre Naturali

L’eleganza e la preziosità del piano in marmo negli ultimi tempi sta tornando di grande tendenza anche nell’arredamento delle cucine moderne. La sua valenza estetica è indiscussa, soprattutto nelle tonalità del bianco e nero. Questo materiale, purtroppo però, al naturale è poroso e quindi soggetto a macchie e sensibile agli acidi come il limone. Anche la pulizia non è sempre facile, proprio perché la loro delicatezza ha bisogno di prodotti dedicati non aggressivi. Il marmo rimane comunque il materiale preferito per chi desidera arredare un ambiente naturale e dal fascino senza tempo.

Superfici Solide: Corian

Tra i migliori materiali per il piano di lavoro della cucina c’è il Corian. Un pasta acrilica che può essere modellata a seconda della forma che si vuole ottenere, permettendo così di realizzare anche elementi curvi o lavelli con vasche sagomate. 

La sua superficie continua, liscia e senza interruzioni è molto bella da vedere e piacevole al tatto. Quando si utilizza questo tipo di materiale, bisogna prestare attenzione ai graffi e al calore che potrebbero rovinarlo. In ogni caso, è possibile rinnovarlo grazie a trattamenti specifici che possono essere effettuati sul luogo ridandone l’aspetto originale. 

Laminati e HPL

I laminati sono tra i materiali più economici disponibili, ma non per questo meno funzionali o d’effetto. L’HPL è un’evoluzione della famiglia dei laminati composta da più lamine e carte resinate pressate, così da ottenere una struttura più compatta. La peculiarità di questi materiali è la loro infinita possibilità di personalizzazione. Possono simulare molto bene legno, pietra, cemento, marmo, unità di colore, magari uniformandosi alle ante e ai pensili. Inoltre, anche lo spessore può variare e, a seconda delle necessità, adattarsi alla giusta misura. I laminati necessitano di qualche accortezza in più durante il loro utilizzo perché sono sensibili alle alte temperature e all’umidità soprattutto nei punti di giunzione. 

Materiali per le Ante

Dopo aver analizzato attentamente quelle che sono le proposte per i piani di lavoro, ora vediamo quali sono i migliori materiali per le ante della cucina.

  • LAMINATI E MELAMINICI  Come abbiamo già visto per i piani di lavoro, questi materiali sono tra i più versatili per progettare cucine moderne. Sono materiali sintetici costituiti da pannelli di truciolato rivestiti con carta. Proprio questo procedimento permette la stampa di diversi effetti e finiture. Resistente ai graffi, i laminati e melaminici sono però sensibili all’umidità e al calore diretto.
  • LACCATI  Sono pannelli completamente verniciati su tutti i lati, solitamente con finiture lucida o opaca. L’effetto estetico che ne nasce è molto elegante, anche se un po’ delicato e sensibile a macchie e usura.
  • FENIX  Materiale di ultima generazione che rientra sempre nella categoria dei laminati, ma con prestazioni migliorate. È più resistente ai graffi, agli urti e al calore, è opaco e con uno speciale trattamento anti-impronta che ne facilita la pulizia di tutti i giorni.
  • NOBILITATI  Sono pannelli di truciolato rivestiti con fogli melaminici che riproducono le venature del legno. È un materiale economico, ma durevole e resistente, non a caso, infatti, viene spesso utilizzato per la realizzazione dei tavoli da cucina.
  • IMPIALLACCIATI  Ecco l’alternativa al legno massello. L’impiallacciato è un pannello di legno comune rivestito da uno strato di legno pregiato. In questo modo si ottiene un materiale altamente resistente, con tutte le caratteristiche naturali del legno, ma più malleabile.
  • VETRO TEMPERATO  Molto richiesto e di tendenza nelle cucine moderne di design, questo materiale si presta ha una raffinatezza senza pari. Può essere personalizzato nella colorazione e nella finitura, lucida o opaca, per un gradevolissimo effetto estetico. Unica attenzione è la pulizia, che deve essere fatta spesso per rimuovere eventuali aloni e ditate.
Cucine a penisola

Materiali per il Paraschizzi

Il paraschizzi o alzatina è quella parte di parete della cucina tra il top e i pensili. Questa zona è particolarmente soggetta a schizzi dati dai fornelli, dal lavello e dalle consuete azioni quotidiane. Per proteggerla dall’usura ed eventuali danni, esistono diverse soluzioni. 

La più classica e tradizionale è il rivestimento in piastrelle, ma è possibile scegliere anche altre modalità come una pittura a smalto resistente e lavabile o intonaci antisporco e antimacchia. 

Le ultime tendenze in fatto di arredamento di cucine moderne propongono, invece, il rivestimento con materiali che riprende il design del resto della cucina, magari in continuità con il piano di lavoro. I materiali prediletti in questo caso sono gli impiallacciati il vetro temperato e il gres che coniugano la bellezza con la funzionalità e la resistenza.

vendita cucine moderne

Suggerimenti per la scelta dei materiali

Come abbiamo potuto osservare non esistono materiali migliori in assoluto. Ognuno di essi ha i suoi vantaggi e svantaggi, molto dipende da come si desidera la cucina e soprattutto dall’utilizzo effettivo che se ne fa. 

Chi ama cucinare e passare il suo tempo libero tra padelle e sperimentazioni di nuove ricette sarà sicuramente attento ai materiali più performanti e tecnologici. 

Chi predilige l’estetica e considera la cucina come un tempio della bellezza non potrà certo rinunciare all’eleganza e alla raffinatezza dei materiali naturali o quelli più innovativi.

Per chi, invece, la cucina non è altro che una delle tante stanze della casa e ci beve solo il caffè al mattino non avrà problemi a scegliere materiali meno esigenti e costosi.

Le disponibilità che il mercato dell’arredamento offre sono molteplici anche a livello di costi e, con i giusti suggerimenti, sarà possibile giocare con i diversi materiali per avere una cucina che rifletta appieno le caratteristiche personali di ciascuno.

Progettazione Cucine Pavia
ICM - Cucina di Lusso con Isola
Cucine

Cucine Moderne con Isola

Il grande sogno, la cucina moderna per definizione… Maestosa, elegante e assoluta protagonista, è lei… l’isola! NELL’ARTICOLO: Una Cucina Moderna con Isola evoca immediatamente un

SCOPRI DI PIù »
Design Cucina Bianca Moderna Marmo - ICM
Cucine

Materiali per Cucine

Naturale come marmo e legno o indistruttibile come gres e acciaio? Meglio lo stile o la funzionalità? La scelta giusta in cucina fa sicuramente la

SCOPRI DI PIù »
Menu